La lavastoviglie è da buttare, dove la metto?

Gli elettrodomestici, per quanto possano avere vita lunga, non sono eterni. Potranno durare anni, decenni se siete fortunati, ma anche per loro arriverà prima o poi il giorno dell’addio. Non tutti, però, sanno come affrontare questo ‘lutto’, ma bisogna sapere che anche se non è visitabile esiste una sorta di ‘cimitero’ anche per loro, per i nostri cari vecchi elettrodomestici che hanno accompagnato le nostre giornate, ci hanno fatto compagnia e ci sono serviti per i più svariati bisogni domestici. Come per molti altri apparecchi, dalla lavatrice alla tivù, vale lo stesso discorso anche per le lavastoviglie, preziose alleate nell’aiutarci a tenere in ordine la cucina.

C’era un tempo in cui queste macchine da rotte si buttavano via alla rinfusa, oggi le discariche abusive sono reato perseguibile penalmente, oggetto peraltro di pesanti sanzioni, soprattutto da quanto è entrata in vigore un po’ ovunque la raccolta differenziata. Ma dove smaltire la vecchia lavastoviglie da rottamare? Arriva il giorno in cui si rompe o è talmente vecchia da doverla cambiare. Per far posto alla nuova lavastoviglie bisogna, però, prima buttare la vecchia. Se non si ha la fortuna di trovare un rivenditore che al momento della consegna ritira il vecchio elettrodomestico pensando lui allo smaltimento, cosa piuttosto improbabile anche perché molti comprano online, ecco che si deve trovare da soli il modo di liberarsi dell’ingombrante orpello.

Ormai tutti i Comuni si dotano per questo genere di servizio di isole ecologiche, in genere bisogna rivolgersi, senza doversi sobbarcare alcuna spesa, al RAEE, la centrale rifiuti apparecchiature elettriche ed elettroniche. Non è un servizio equiparabile in forma diretta alla raccolta differenziata ma rientra nel ritiro ingombranti istituito dagli enti locali e servito, in genere, anche da numero verde. Dal 2018, inoltre, questo tipo di elettrodomestici ormai inservibili sono riciclabili, un ‘giochino’ che porta a risparmi cospicui nell’acquisto di materie prime e alla creazione di nuovi posti di lavoro, senza contare il contributo alla riduzione delle emissioni, un valido motivo in più per pensare seriamente al ricambio della nostra lavastoviglie. Un modo come un altro di dare una mano al pianeta e, al tempo stesso, un’occasione per farci un regalo.